Conseguenze sociali

Le persone in questione possono essere suddivise grosso modo in due gruppi. Gli uni ammettono le proprie difficoltà, cercando però di aggirare le relative incombenze, per es. delegandole a terzi. Gli altri utilizzano strategie di dissimulazione per nascondere il problema. In questi casi è possibile che solamente una ristretta cerchia personale ne sia informata e venga avvicinata per chiedere aiuto in determinate situazioni.

Le conseguenze per parenti, amici o altre persone di fiducia non saranno necessariamente pesanti, se le persone in difficoltà con l’aritmetica sono in grado di gestire il proprio deficit Quando però, oltre al problema della discalculia si presentano delle difficoltà in lettura e scrittura, anche la cerchia personale di chi è soggetto al disturbo viene maggiormente coinvolta. La combinazione di questi deficit induce sovente stress continuo e comportamenti volti ad aggirare i numerosi problemi quotidiani, con effetti pesanti sulle persone di fiducia più vicine (figli, genitori, amici). Incombono conseguenze anche sull‘andamento finanziario personale, dovute all’incapacità di sfruttare appieno il proprio potenziale in ambito professionale e al maggior rischio di impiego precario. Con tali premesse la situazione si aggrava non solo per chi a causa delle proprie difficoltà rischia la povertà e la disoccupazione, ma anche per chi gli sta vicino. Inoltre, la difficoltà di apprendimento del calcolo e la discalculia possono essere fonte di un calo di fiducia in sé stessi, percepibile da terzi sotto forma di stress e paura.

Calendario

mar 13.12.22
Online
Forum: L'alfabetizzazione sanitaria critica tra rivendicazioni e realtà
gio 02.02.23
Zurigo
Individualizzazione dell'apprendimento – la via maestra della formazione?
mar 28.03.23
Berna
Convegno sulla promozione della qualificazione degli adulti

maggiori informazioni